Massaggio Shantala durante la crescita del bambino

shantala, neonato

Lo Shantala deriva da una tradizione molto antica e, così come il massaggio Garbabhyangam, è considerato un trattamento assolutamente necessario per poter risanare il benessere psicofisico del nascituro.

È un’arte antica, semplice ma abbastanza complessa che bisogna saper imparare e padroneggiare per poter garantire un adeguato sviluppo del bambino, sin dai primi istanti della sua nascita.

Il massaggio nei primi giorni di vita


Esistono tre modalità di esecuzione che si alternano a seconda dell’ età del bimbo/a.

Nei primi giorni di vita, lo Shantala è generalmente realizzato attraverso l’ausilio di una palla di pane che si fa rotolare dolcemente sul corpo del neonato.

L’impasto è realizzato con ingredienti molto semplici da reperire: è costituito, infatti, da acqua, farina di frumento integrale setacciata e olio di mandorla che, aggiunto, permette di far scivolare più dolcemente la palla sulla pelle del bambino e nutrirla insieme ad un pizzico di curcuma che permette di preservare il suo corpo dalle infezioni.

Nel caso in cui non si abbiano a disposizione gli ingredienti necessari per l’impasto, un’ottima alternativa sono pezzi di stoffa soffici e ben puliti che possono essere strofinati sulla pelle del neonato delicatamente, senza l’uso di oli.

Il Sushruta Samhita raccomanda, inoltre, l'utilizzo di ghee (burro chiarificato) e sale di miniera per pulire la bocca del neonato dall’eventuale muco rimasto

Shantala: da una cura depurativa a un massaggio


A partire dal settimo giorno di vita, l’operazione di pulizia si trasforma in un vero e proprio massaggio. La palla d’impasto, realizzata per l’occasione, diviene oggetto con cui eseguire un vero e proprio massaggio, caratterizzato da più passaggi. Il massaggio varia le sue modalità a seconda della pressione che viene incrementata fino a quando la pelle del neonato si arrossa: in quel momento è giusto smettere. È necessario, inoltre, che la palla d’impasto venga bagnata di tanto in tanto con un po’ di olio per agevolare l’assorbimento dell’unguento che permette il mantenimento dell’equilibrio dei suoi Dosha.

Il massaggio nel primo mese di vita


Lo Shantala comincia ad essere tale solo quando il bambino compie il primo mese di vita e il suo corpo si è fortificato grazie all’olio utilizzato e al massaggio. Generalmente, sono scelti l’olio di senape, prediletto in primavera e autunno (io non lo uso perché non mi piace), sesamo utilizzato soprattutto in inverno e l’olio di cocco, preferito nella stagione estiva.

Nel momento in cui il bambino comincia ad alzare la testa in autonomia e a sorreggersi sulle braccia, la pratica può essere interrotta.

 

AVVERTENZE: Le indicazioni sopra riportate non sostituiscono in nessun caso il parere di un medico competente ma servono, UNICAMENTE, a offrire indicazioni dal punto di vista Ayurvedico per mantenere o ritrovare uno stato di benessere psicofisico. In caso di patologie di qualsiasi tipo è bene consultare sempre prima il proprio medico.

 

Vuoi saperne di più? Accedi al video-corso completo cliccando sul pulsante "Scopri di più"

 

Ayurveda Online - P.IVA 03543290047
Via Parea 11/C Grinzane Cavour - CN
Tel. 392 0773636 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, N°4


©2018 Ayurveda Online - Design by ADVERA Comunicazione