Soothika Paricharya: i rimedi per ritrovare la felicità dopo il parto


Il Soothika Paricharya è considerato, secondo la tradizione Ayurveda, il periodo in cui la neomamma ha necessità di ritrovare la propria individualità e quindi, non dovrebbe far altro che occuparsi di sé e del bambino.

Un tempo, infatti, la donna dopo aver partorito doveva rispettare un riposo quasi assoluto di 40 giorni in cui la donna doveva unicamente riposarsi e accudire i figli, mentre i familiari si occupavano di tutto il resto. La madre aveva il compito di rigenerarsi per poter ristabilire l’equilibrio psicofisico adatto a creare un rapporto con sé stessa, con il nascituro e le persone più vicine.

Questa, purtroppo, è un abitudine non più in voga: lo stile di vita contemporaneo, infatti, non permette queste grandi assenze dal lavoro o dagli impegni familiari e, proprio per questo, spesso le donne dopo la gravidanza soffrono di depressione legata sia alla non preparazione alla gravidanza che per le fasi pre e post.

Come cercare di unire l’utile e il dilettevole? È possibile seguire semplici regole affinché, nonostante gli impegni quotidiani, si possa comunque offrire una coccola ad una donna che ha cominciato un nuovo progetto di vita.

Soothika Paricharya: come trovare l’equilibrio perduto

Il Dosha Vata governa tutti i movimenti di espulsione che avvengono nel basso ventre: in particolar modo, il subdosha Apana Vaju permette di espellere il feto. Lo sforzo praticato per questa azione, spesso, provoca uno squilibrio di Vata, elemento che provoca varie conseguenze sul corpo e sulla mente della neo-mamma come l’esaurimento nervoso e la profonda stanchezza.

Vata può essere squilibrato anche a causa di alcune situazioni che potrebbero crearsi e che sono diretta conseguenza della nascita del bimbo/a:

  • La mancanza di sonno;
  • I ritmi alimentari alterati;
  • Gli sforzi fisici nonché l’impegno emotivo della mamma nei primi mesi in cui il neonato ha bisogno di grandi attenzioni.

 
Come risolvere e riportare in equilibrio il Dosha Vata?

Oltre il riposo, esistono altri rimedi atti a migliorare questo squilibrio ridonando alla neo-mamma l’equilibrio perso:

  • Bere molti liquidi caldi: non solo gli infusi ma anche semplice acqua calda può favorire il rilassamento, riequilibrando il sistema;
  • Indossare abiti comodi e caldi;
  • L’acqua calda è importante non solo nell’alimentazione ma anche nella pulizia: ecco perché, secondo la tradizione ayurvedica, è consigliato fare almeno un bagno caldo al giorno;
  • Integrare nell’alimentazione quotidiana preparati a base di erbe con proprietà scaldanti, tonico-nutritive e calmanti-digestive e condurre una vita sana, mangiando regolarmente tre pasti al giorno conditi con olio extravergine di oliva o ghee;
  • Meditare e praticare yoga, nonché concedersi momenti per sé stessi come i massaggi rappresentano ottime opportunità per poter migliorare sé stessi nonché la situazione.


I massaggio post parto


Esistono alcuni validi massaggi che possono favorire, dopo la gravidanza, il ritorno all’equilibrio originario, ritrovando la serenità che sembra persa dopo tutti gli sconvolgimenti che il corpo e la mente hanno subito.

  • Shenana. Lo Shenana è una procedura che viene realizzata tramite applicazione di olio caldo sul corpo. Piacevole e rilassante, questo massaggio permette di produrre grande relax nonché aiutare la pelle ad assumere un’aspetto sano e luminoso.
    L’operatrice , per eseguire questo trattamento, generalmente si concentra sulla regione addominale che poi fascerà con un panno di lino o di cotone;
  • Pindasweda. Un’altro trattamento a cui ricorrere per favorire l’armonia è lo PindaSwedana. Varie sono le sostanze e le erbe che vengono avvolte in pezzi di cotone per poi essere riscaldati e massaggiati energicamente sul corpo in maniera tale da favorire la sudorazione e la purificazione dell’organismo;
  • Il massaggio agli arti inferiori. Durante la gravidanza le gambe e i piedi possono essere colpiti da gonfiori: per questo, sono realizzati dei massaggi dedicati unicamente a queste due zone.Per le gambe, generalmente sono favorite manipolazioni dolci per infondere relax e generando positività nello stato d’animo. I piedi, invece, sono generalmente realizzati pressioni delicate, frizioni e avvolgimenti linfodrenanti;
  • Shirodhara. Per svolgere questo trattamento, l’attore principale è l’olio caldo che, colato direttamente sul capo, permette di liberare i canali energetici del 6° e 7° chakra donando relax e lucidità mentale.


Soothika paricharya: il cibo nel periodo post gravidanza


Durante la gravidanza il corpo viene totalmente stravolto per fare spazio ad una nuova vita che sta crescendo dentro di voi. La situazione è la stessa anche per quanto riguarda gli organi digestivi che si spostano durante i nove mesi per poi riappropriarsi dei loro spazi originari dopo il parto.

È necessario, quindi, che nei primi 10 giorni la neomamma dovrà occuparsi di riaccendere AGNI (il suo fuoco digestivo) e per questo dovrà evitare alcune tipologie di alimenti, preferendone altri.

Gli alimenti da evitare sono quelli inseriti nella categoria delle cibarie crude, secche, croccanti ed estremamente ricche. In dettaglio:

  • I cibi fritti
  • Gli alimenti confezionati;
  • Cibi freddi;
  • Formaggi stagionati
  • Le verdure crocifere (la famiglia dei broccoli e dei cavoli) e le solanacee come pomodori, patate, peperoni e melanzane;
  • I cibi fermentati come lo yogurt.
    Gli alimenti, invece, da integrare in una dieta post-gravidanza sono legati alle categorie degli alimenti caldi, liquidi, leggermente piccanti e, in particolare:
  • La frutta matura e succosa (pere, pesche, albicocche, prugne secche, uvetta, acqua di cocco);
  • I grani bolliti come il riso;
  • Le verdure bollite e stufate;

Inoltre, per attivare il fuoco digestivo sono utili alcune spezie e condimenti come:

  • il finocchio;
  • prezzemolo;
  • curcuma, cumino e coriandolo;
  • lo zenzero (sia fresco che secco);
  • cardamomo
  • il ghee e l’olio extravergine di oliva.

AVVERTENZE: Le indicazioni sopra riportate non sostituiscono in nessun caso il parere di un medico competente ma servono, UNICAMENTE a offrire indicazioni dal punto di vista Ayurvedico per mantenere o ritrovare uno stato di benessere psicofisico. In caso di patologie di qualsiasi tipo è bene consultare sempre prima il proprio medico.

 

Vuoi saperne di più? Accedi al video-corso completo cliccando sul pulsante "Scopri di più"

 

Ayurveda Online - P.IVA 03543290047
Via Parea 11/C Grinzane Cavour - CN
Tel. 392 0773636 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, N°4


©2018 Ayurveda Online - Design by ADVERA Comunicazione