• Home
  • Libri
  • MASSAGGIO AYURVEDICO il potere nascosto nelle mani

MASSAGGIO AYURVEDICO il potere nascosto nelle mani

Inizio subito con il pubblicare uno dei primi libri che ho letto quando ho deciso di entrare in questo meraviglioso mondo dell'Ayurveda, e inizio proprio con il libro (che mi ha accompagnata nei primi due anni di accademia) scritto dai miei insegnanti Alexander Hau Singh Valencia considerato uno dei maggiori esponenti di tecniche ayurvediche e Krish - Christian Benvenuti specializzato in alimentazione e stili di vita.

Secondo gli antichi testi degli UPANISHAD (termine che significa letteralmente "essere seduti sotto i piedi di un maestro  per ascoltare i suoi insegnamenti") il PRANA (energia vitale) influenza tutto il creato, sia all'inizio che alla fine della scomparsa del corpo fisico, quindi la sua vera essenza va al di là dell'esistenza fisica.

Un tempo gli insegnamenti venivano impartiti direttamente da un maestro o guida spirituale attraverso la pratica della Smrti, ovvero la trasmissione orale. L'insegnamento si basa quindi sulla memorizzazione, o Smrti, e sull'ascolto, o sruti. 
Questo, secondo la tradizione, avrebbe dovuto essere condotto sotto la protezione di un albero sacro di mango o di pippali (pepe lungo).
Una frase in sanscrito, molto conosciuta in India, recita: "Tat tvam asi, soham asi", "tu sei quello, io sono quello". Questo sta ad indicare che non esiste separazione né divisione. C'è solo unità e nient'altro. Ecco perché il massaggio ayurvedico ha lo scopo di creare l'unione. Unione che si può verificare solamente trasformando il nostro corpo dall'interno. La trasformazione interiore è uno degli scopi fondamentali dell'Ayurveda. Questa fu un'intuizione profonda dei grandi saggi, altrimenti detti uomini della mente chiara o Rishi.

Il massaggio ayurvedico trova alcuni fondamenti in testi molto antichi come il Rig Veda (il testo più antico e il primo ad essere stato rivelato), l'Atharva Veda, uno dei quattro Veda principali definito anche come "il Veda dei rituali magici". Il massaggio porta semplicemente alla comprensione del funzionamento degli elementi della natura stessa attraverso l'osservazione costante dei suoi mutamenti e leggi. In questi testi si possono trovare formule e ricette per curare determinate malattie, oltre a scongiuri ed erbe che hanno effetti, per così dire, alchemici, di trasformazione. Troviamo altri indizi nel grande libro Mahabharata, dove i guerrieri Kshatrya, appartenenti al Varna dei difensori del Re, dopo combattimenti e lunghe battaglie, adoperavano il massaggio per risanare le ferite. Nei testi medici classici ayurvedici, come la Caraka Samhita, viene data molta importanza al massaggio, agli oli da usare, a erbe, infusi, impacchi, polveri, decotto, fumi medicati etc...Tutto questo aveva lo scopo di prevenire la formazione di sostanze tossiche nel corpo e ringiovanirlo, usando differenti composti in accordo con altri fattori di cui era necessario tenere conto.

 

Vuoi imparare anche tu il massaggio ayurvedico Abhyanga? Accedi al video-corso completo cliccando sul pulsante "Scopri di più"

 

Ayurveda Online - P.IVA 03543290047
Via Parea 11/C Grinzane Cavour - CN
Tel. 392 0773636 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, N°4


©2018 Ayurveda Online - Design by ADVERA Comunicazione