vata, pitta, kapha
La prakriti rappresenta lo stampo, come il DNA, che determina le caratteristiche fisiche e mentali del soggetto.

I Dosha sono tre: VATA (30% spazio e 70% aria), PITTA (30% acqua e 70% fuoco) e KAPHA (30% terra 70% acqua).
Quando i Dosha sono in equilibrio siamo in piena salute ed efficienza mentale, quando invece uno o più Dosha sono in eccesso o in difetto creano squilibrio, VIKRITI, quindi l’insorgere del disturbo o malattia. La conoscenza della prakriti ci permette di evolvere verso lo stato di salute.
Per mantenere la prakriti di un individuo in equilibrio, quindi la salute, si lavora sul suo squilibrio (vikriti), seguendo il principio che L’OPPOSTO CREA EQUILIBRIO ED IL SIMILE SQUILIBRIA. La vikriti è una condizione di squilibrio della costituzione dovuto ad un'alterazione dei dosha. E' una condizione molto comune nella vita di oggi e lo squilibrio può essere causato dallo stile di vita scorretto, dieta inadeguata, età, abitudini comportamentali, tensione emotiva, cambiamenti stagionali, fuoco  digestivo basso e conseguente accumulo di tossine.
Secondo l’Ayurveda tutti gli uomini nascono con una propria costituzione, basata sulla diversa combinazione delle tre energie Vata, Pitta, Kapha. Esistono costituzioni:

Continua a leggere

base dell'Ayurveda

Il significato di Ayurveda è conoscenza della vita. Ci sono due classificazioni delle scuole Hindu, la prima è ASTIKA che racchiude le 6 scuole ortodosse hindu tra cui il Samkhya, la seconda è NASTIKA che racchiude il Buddismo, il Giaianismo, il Carvaka e l'Ajivika.
Nel Samkhya, la più antica scuola di pensiero indiana, viene descritto tutto ciò che ci guida nello yoga e nell'Ayurveda e il suo scopo è quello di aiutarci a trovare, attraverso i suoi insegnamenti, un modo definitivo per liberarci dalle sofferenze. Il Samkhya spiega il processo della creazione con 24 principi cosmici primari TATTVA. Vediamoli insieme:

Continua a leggere

Altra domanda che ricevo spesso. Quanto posso fare pagare un mio trattamento?
Non ho una risposta per questo quesito perché dipende da tanti fattori...spero di aiutarti lo stesso dandoti alcuni spunti su cui riflettere.

➡️Hai fatto un'analisi di mercato? E' importante conoscere la zona dove lavori perché i prezzi di Napoli saranno sicuramente diversi per esempio da quelli di Milano. Quindi non c'è una regola che vada bene per tutti!

Continua a leggere

Una delle domande che ricevo di frequente è... Ma come faccio a lavare i lenzuolini sporchi d'olio? Ecco qualche indicazione che ho scritto per te:

Lasciare a bagno per almeno una notte in acqua FREDDA con carbonato di sodio (2 cucchiai in 10 litri d'acqua circa) e detersivo per i piatti (mezzo bicchiere circa)
Lavare poi in lavatrice con lavaggi lunghi (anche 2 ore) a temperature MAI più alte di 40 gradi (il caldo cuoce e fissa l'olio ai tessuti e addio non ne esci più vivo ). Usa il detersivo che preferisci e aggiungi, nella stessa vaschetta, un pochino di soda da bucato e nella vaschetta dell'ammorbidente mezzo bicchiere di aceto bianco.
Far asciugare lontano da fonti di calore (NO ASCIUGATRICE, NO DIRETTAMENTE AL SOLE)

Continua a leggere

Ayurveda Online - P.IVA 03543290047
Via Parea 11/C Grinzane Cavour - CN
Tel. 392 0773636 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, N°4


©2018 Ayurveda Online - Design by ADVERA Comunicazione