Jala Neti

La traduzione letterale del termine sanscrito significa "pulizia dell'acqua". La jala Neti è una tecnica di pulizia molto antica che arriva dalla tradizione indiana.
La Neti, ampolla di ceramica o rame (si trova anche in plastica, ideale per i viaggi per evitare che si rompa) viene riempito con una soluzione salina calda  (un cucchiaino di sale rosa dell'Himalaya in mezzo litro d'acqua) e con questa soluzione le cavità nasali vengono risciacquate in modo che l'acqua salata entri attraverso una narice e si riversi sull'altra.
Nella tradizione yogica, Jala Neti viene eseguita ogni mattina con la routine quotidiana (dinacharya). Per sempre? Assolutamente no, in genere si eseguono cicli di 9 volte più la decima in cui si utilizza il latte tiepido con lo scopo di nutrire e ripristinare le mucose protettive.

BENEFICI DELLA JALA NETI

 indicata come prevenzione di congestioni nasali e raffreddori
 rimuove sporco e microrganismi infettivi dalle cavità nasali e dai passaggi
 espelle i batteri nocivi dai seni
 riduce la frequenza e la durata dei raffreddori   
 elimina il calore in eccesso dalla testa
 promuove chiarezza mentale e la concentrazione
 migliora la pratica del pranayama e di altri esercizi di respirazione
 riduce i problemi allergici     
 migliora la respirazione
 riduce malattie come l'asma e la bronchite   
 inumidisce le cavità nasali e i passaggi asciutti
 riduce i sintomi della sinusite cronica    
 irriga i dotti lacrimali e aumenta la vista dell'occhio    
 migliora il senso dell'olfatto e del gusto
 può essere utile per alcuni tipi di disturbi dell'orecchio  
 stimola l'Ajna-Chakra  
 ha un effetto armonizzante e calmante sulla mente


IMPORTANTE 
NON PRATICARE LA JALA NETI IN CASO DI RAFFREDDORE...perché? Perché come sappiamo se abbiamo un eccesso di muco ci troviamo davanti ad un eccesso di Kapha (Kapha a questo punto è arrivato per proteggere e lubrificare le mucose infiammate da pitta per colpa della secchezza di vata ), l'elemento principale di Kapha è l'acqua, in Ayurveda il simile accresce il simile e quindi? Quindi se abbiamo già un eccesso di acqua non mettiamo altra acqua se no peggioriamo la situazione. E cosa possiamo fare? Eliminare subito dalla nostra alimentazione, latticini, dolci e pasta, utilizzare lo zenzero sia in cucina sia per preparare delle tisane e fare dei suffimigi espettoranti.

Vuoi saperne di più su Abhyanga massaggio ayurvedico? Accedi al video-corso completo cliccando sul pulsante "Scopri di più"

 


 

Ayurveda Online - P.IVA 03543290047
Via Parea 11/C Grinzane Cavour - CN
Tel. 392 0773636 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attività professionale di cui la Legge 14 Gennaio 2013, N°4


©2018 Ayurveda Online - Design by Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.